Al visitatore casuale o ricercatore dò il Benvenuto...

soffermatevi su queste pagine, che non voglio definire una ricerca del passato, per qualche nostalgico motivo, ma solo per chiarire alcune questioni, pubblicando come due Casate siano giunte ad un legame e poi ad un successivo crollo. Molteplici situazioni si sono arenate, non per invasioni barbariche ma per supremazia, prima della Chiesa e dopo dello Stato Italiano.

Con l'inizio del Regno delle due Sicilie, un feudatario di origine, forse di Corfù, si trapiantò in italia sfuggendo alle persecuzioni dell'impero ottomano e diede luogo a varie discendenze, tra cui una in Calabria. I miei avi, nobili originari di Calabria, intorno al 1700 si imparentarono con il feudatario di Montebello, ma i beni del ricco signore non rientrarono e furono defraudati per infiniti motivi: prima dalla Curia di Reggio Calabria e poi dallo Stato Italiano. Nelle continue ricerche di atti storici, li ho trovati in un primo momento ma successivamente andandoli a ricercare ho costatato la loro scomparsa, forse dovuta ad incuria????

Sono circa 40anni che curo in linea privata quest'approfondimento, tanto che ora mi sono deciso con grande sforzo economico a rendere pubblica questa serie di eventi, con la messa a punto di atti forse che tra poco non ci saranno più. Ringrazio tutti coloro che hanno messo a disposizione le loro biblioteche private e studi araldici con il loro patrimonio libraio

Mario Romeo

Flash News
  • La Regia Camera della Sommaria,più volte menzionata,è un po' come l'odierna Corte dei Conti.Fu istituita da Alfonso I d'Aragona nel 1444,previa riunione della Corte dei Mae stri Razionali e della Corte dei Presidenti del la Camera de'conti,che così uniti formarono il Supremo Collegio della Regia Camera della Sommaria;essa era incaricata di trattare tut ti gli affari,cause,ricorsi inerenti l'erario e le Università,cioè le municipalità.
  • L'Adhoa era la somma che pagavano i Baroni per ottenere l'esenzione dall'obbligo di pre- stare servizio in armi e di tenere a disposi zio ne del Sovrano un'apposita milizia armata. Il Sovrano,infatti,diede in concessione i Feu di ,affinchè i Baroni gli tenessero a disposizio ne una milizia armata in caso di guerra.
  • L'unità monetaria denominata Ducato corrispondeva a 10 Carlini i quali corri- spondevano a 100 grani. Bonatenenza:tassa dovuta dai benestanti
  • Bernardino Abenavoli sposa Antonia Alberti ma muore su una nave combattendo contro i turchi il 21 agosto 1687. (da Araldica Calabrese)